Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Pantone 14-0848 TCX mimosa

Per Pantone, l’azienda americana che stabilisce gli standard mondiali del settore, il colore del 2009 è il giallo: perché – scrive sul suo sito, in perfetto stile neo-democratico – "Embodies Hopefulness and Reassurance in a Climate of Change (…) In a time of economic uncertainty and political change, optimism is paramount and no other color expresses hope and reassurance more than yellow".

Forse pensavano al sottomarino cantato nel 1966 dai Beatles. O alla maglia del vincitore del tour de France. Oppure al colore di school bus, taxi, caterpillar e altre macchine da lavoro che comunicano l’idea di crescita e dinamismo. Se tra i loro creativi consulenti c’è qualche indiano, magari il pensiero è corso alla ruota indù (chakra) da cui trae origine l’energia degli esseri umani. Un filone new age dell’azienda, in alternativa, potrebbe aver condizionato la scelta ai principi della cromoterapia, dove i bagni di luce gialla aumentano la concentrazione e l’apprendimento.

Ma a questa linea obamiana che collega giallo-sole-illuminazione-speranza (e qualcuno, da noi, aggiungerebbe con sagacia: abbronzatura) fa da contrappunto l’altra faccia, meno ottimista. Quella del giallo come colore della terra in autunno, che annuncia decadenza e declino. Il giallo di ciò che invecchia e muore per effetto del tempo trascorso. Il giallo dello zolfo, della bile o del limone, che si carica di significati negativi. Colore aspro e pungente che nella nostra tradizione rimanda a tradimento e gelosia, in quella cinese indica dissimulazione, cinismo e crudeltà. Fino a diventare, universalmente, un segnale di avvertimento: occhio che il pericolo è in agguato, che si tratti di peste (gialla era la bandiera sulle navi con pestilenza a bordo) o di emarginazione (giallo nel passato è stato il colore per marcare mendicanti e eretici, prostitute e traditori; gialla la stella di David cucita dai nazisti sugli abiti degli ebrei).

Un bel giallo itterizia o giallo peste non è certo il migliore augurio per il 2009. Perciò quelli della Pantone hanno specificato: mimosa, ragazzi, stiamo parlando della tonalità mimosa, vediamo di non sbagliare sfumatura. Ci manca solo di aggiungere un’epidemia all’agenda del 2009…