Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Americas

Avevo scritto qualche mese fa, senza dover esercitare troppo la fantasia, che in caso di vittoria una amministrazione di cui fosse stato a capo Obama avrebbe impresso una svolta profonda ai rapporti tra Stati Uniti e paesi latino-americani. La frattura tra nord e sud del continente americano era divenuta troppo ampia per non vedere come il risentimento stesse degenerando in qualcos'altro, potenzialmente molto destabilizzante. Malgrado la crisi economica abbia impegnato la maggior parte delle energie di questo inizio di presidenza, le prime uscite internazionali di Obama stanno confermando che il "cambiamento" non era solo uno slogan elettorale. E ora, considerando la reazione che le parole di Obama hanno suscitato durante il  Summit of the Americas, scompare anche il timore che la maggiore attenzione richiesta dai fronti caldi – dal medio oriente all'Afghanistan – significasse necessariamente che l'iniziativa verso l'America latina dovesse per forza continuare a languire.