Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Metà del cielo?

Aumenta, a dosi omeopatiche, la presenza femminile tra laureati e dottori di ricerca italiani nei settori tecnico-scientifici. Così risulta dall'Annuario Scienza e Società 2010, sesta edizione del volume realizzato da Observa – Science in Society, grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo e pubblicato per il Mulino. In settori quali matematica e informatica la percentuale di donne è passata dal 37% al 40%. Nell’area medico-farmaceutica sono donne due laureati/dottori di ricerca su tre. Nel complesso in Italia il 51,7% dei dottori di ricerca è donna, un dato superiore sia alla media Ue (44,2%), che alla media OCSE (43,2%). Tuttavia l’Italia si conferma un Paese con poche ricercatrici donne: poco più di una ogni tre ricercatori (33%, in leggera crescita). Un dato peraltro non dissimile dalla media europea. Capita quindi che la presenza femminile si riduce di pari passo con l'avanzamento del percorso di formazione e di carriera. Visualizza i grafici e la tabella dei dati