Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
  • Lo sguardo di David

    Il viaggio di David Lynch attraverso l'america si ferma nei paesi più piccoli, entra nelle fattorie, si ferma davanti ai portici delle villette di periferia. Facendo parlare gente comune che racconta la propria storia comune. Una piccola antologia: non sulle sponde dello Spoon River, questa, ma lungo [...]

  • Dati sensibili

    Per provare a ridurre i sei centimetri che separano l'occhio dal cervello ora c'è un video. La guest star è ancora una volta Hans Rosling. Ma  il tema è sempre più caldo e fioriscono iniziative che remano nella stessa direzione, come questa della United Nations Economic Commission for Europe. [...]

  • Irina futurista

    La differenza tra Irina Antonova e una direttrice di museo è che lei non lo dirige, lo incarna. Non è una questione anagrafica (anche se di segretari generali del Pcus deve averne conosciuti parecchi), ma di piglio. Entrare al Pushkin è come violare l’intimità del suo spazio personale e sembra [...]

  • Guardare (attraverso) Cristina

    Ascoltare Cristina Benedetti è quasi un controsenso. Più che altro la si guarda. Meglio: si guarda attraverso i suoi occhi di architetto, guru della progettazione bioclimatica che ha girato il mondo, dalla Norvegia alla Nuova Caledonia, dalla British Columbia alla Thailandia, fotografando e [...]

  • Forma & Contenuto

    Secondo "The Guardian" sono le dieci librerie più belle del mondo: Boekhandel Selexyz Dominicanen (Maastricht): in un chiesa del 1200; El Ateneo (Buenos Aires): in un vecchio teatro del centro; Libraria Lello (Porto): dal 1881; Secret Headquarters (Los Angeles): il tempio dei fumetti; [...]

  • La malinconia di Avish

    Aria fresca? Ad esempio Avish Khebrehzadeh, artista iraniana che in questi giorni espone al Macro di Roma. Disegni di figure semplici, ridotte all'essenziale. Senza colori e senza volti. Videoanimazioni con pochi elementi che richiamano scene familiari e antiche, già note da sempre. Quasi dei sogni [...]

  • Collezioni allo scoperto

    Philippe Daverio, venuto a Rovereto per festeggiare i cinque anni del Mart, ha l'aria di saperla lunga. Infatti non sembrava per niente sorpreso del successo di un nuovo museo di arte contemporanea, pur partito con una collezione limitata e con ambizioni superiori alle certezze. Anni di esperienza [...]