Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Motore silenzioso

A quanto pare l’Android Challenge ha già un vincitore. Per di più italiano. In barba all’esclusione decretata dai legali di Google nei confronti degli sviluppatori del nostro paese (oltretutto in scomoda compagnia: Iran, Nord Corea, Myanmar e pochi altri stati ostracizzati dal motore di ricerca statunitense).

Si chiama Guido Scorza ed è il giurista dell’Università di Bologna che ha spiegato (vedi al riguardo il suo commento al mio post e a quelli di Luca Salvioli) come interpretare la normativa italiana senza creare troppi grattacapi a Google (come riporta anche La Repubblica). Salvo che la società per il momento non ha dato segni di ravvedimento. Anzi sembra proprio che non si sia neppure accorta della sollevazione italiana. Che abbia bisogno di un software più potente per le sue ricerche?