Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Webgis e pubblica amministrazione

In Trentino si sperimenta una prima "liberazione" dei dati geografici. Mi spiego: per il proprio lavoro di analisi del rischio la protezione civile si è dotata di un modello digitale di tutto il territorio provinciale. E’ un modello tridimensionale di grande dettaglio e precisione, realizzato con tecnica LIDAR, che rappresenta matematicamente la superficie terrestre mediante una griglia ordinata di punti plano-altimetricamente determinati.

Questo rilievo può servire molti scopi, dal campo forestale a quello viario, dalla progettazione di massima di opere pubbliche alle ricerche archeologiche. E può trovare applicazione anche al di fuori della pubblica amministrazione, per una quantità di usi che vanno dalla ricerca scientifica alle attività professionali relative alla progettazione.

E’ naturale quindi che da più parti fossero pervenute richieste di accesso a questi dati. Meno naturale invece che una pubblica amministrazione decidesse di metterli a disposizione, visto che è uso comune misurare l’estensione del potere di un ufficio in rapporto alla capacità che questo ha di negare l’accesso alle informazioni in suo possesso. Così però sta avvenendo.

E’ stato deciso di realizzare un servizio che consente di accedere ai dati e scaricarli via web: in una prima fase (fino al 31 maggio) sarà sperimentale e limitato alle amministrazioni pubbliche, successivamente potrà essere utilizzato da chiunque e gratuitamente. Qui si spiega come.